Mighty Mo Rodgers

2 Agosto 2014 MAIOLATI SPONTINI Moie Biblioteca La Fornace h 21.30 ingresso libero

Musicista, cantante e compositore famoso per il suo Metaphysical Blues: con il suo stile soul, tra invettive vocali e ritmiche, nei testi esprime anche opinioni filosofiche sul genere umano, da laureato in filosofia qual’è. Studia pianoforte classico, ma le sue influenze giovanili sono Aretha Franklin, Otis Redding, Sam & Dave, Willie Dixon. Si trasferisce da Chicago a Los Angeles dove diventa musicista a tempo pieno. Scrive canzoni per la Motown e la Chappell Music/Warner, produce album per la A&M records. Come sideman suona con T-Bone Walker, Albert Collins, Bobby Blue Bland, Jimmy Reed e molti altri. Famoso il suo organo Farfisa in Gimme Some Kind Of Sign, il grande successo del 1967 di Brenton Wood. L’esordio discografico Blues Is My Wailin’ Wall è subito nominato ai W.C. Handy Award 1999. Red White & Blues è Miglior Album Blues Contemporaneo 2002 per Living Blues. I suoi concerti europei riscuotono grande successo, soprattutto in Francia, dove vince tanti premi, l’ultimo per Redneck Blues, Miglior Album Blues 2007. L’ultimo disco Cadillac Jack spinge la grande Bonnie Riatt a dire che Mo Rodgers è una boccata d’aria fresca nel blues e rhythm’n’blues, con un grande suono funky.

Mighty Mo Rodgers voce/tastiera
Luca Giordano chitarra
Walter Monini basso Pablo Leoni batteria/percussioni